home news

Il Pirap

linee di indirizzo 

Gli interventi finanziabili con il Pirap, mostrano forte coerenza verso i temi della valorizzazione del patrimonio ambientale e storico-culturale del Parco, al fine di intercettare ed attrarre flussi turistici durante l’intero anno solare, mirare alla riduzione del carico antropico sulla fascia costiera e riqualificare la domanda. Alla tutela dell’ambiente si devono associare  interventi per migliorare e qualificare l’accessibilità fisica e immateriale del territorio del Parco, anche in chiave turistica.

Per quanto attiene il tema della ruralità si sovrappongono azioni relative ad interventi per il miglioramento e il recupero di ecosistemi di pregio e di paesaggi caratterizzanti (interventi di tutela e valorizzazione dei Sic e Zps, mitigazione di fenomeni di dissesto idrogeologico, miglioramento e tutela del paesaggio rurale,  miglioramento della fruizione turistico-ricreativa in ambiente rurale, rete dei sentieri, creazione di percorsi didattico-educativi, ippovie, realizzazione di percorsi turistici integrati, cartellonistica, segnaletica, centri visita,  interventi a sostegno del turismo rurale di qualità, realizzazione di aree di osservazione della fauna, itinerari didattici, a tema, fattorie di agricoltura biologica, villaggi del silenzio, residenze per il turismo rurali).

TEMA PORTANTE

Le considerazioni e l’analisi indicata  insieme alla consapevolezza del ruolo strategico e prioritario che il turismo sostenibile ha per l’intera regione Campania, fanno riconoscere nel tema portante “Ambiente e turismo rurale quello che garantisce al meglio il perseguimento di obiettivi che coniugano  la sostenibilità ambientale con la valorizzazione delle risorse naturali, culturali, turistiche e rurali, garantendo l’obiettivo di tutela ambientale e sviluppo turistico dell’intera Area protetta.

“Ambiente e turismo rurale” è, inoltre, il tema più idoneo a sostenere l’esigenze di valorizzare il complesso dell’offerta turistica del territorio del Parco ed a promuovere l’integrazione fra le differenti tipologie di turismo sostenibile attraverso il miglioramento della fruizione delle straordinarie valenze del Parco e lo sviluppo di un sistema integrato di  itinerari e di servizi al turismo capaci di valorizzare e promuovere il sistema turistico del Parco, integrandone gli aspetti naturalistici, culturali e paesaggistici.

OBIETTIVI e interventi

L'obiettivo generale del Pirap può essere individuato nella “Tutela e valorizzare del patrimonio naturalistico e culturale del parco attraverso la promozione delle differenti tipologie di turismo sostenibile“.

Sulla base di questo indirizzi il partenariato dovrà individuare interventi integrati fra di loro volti al raggiungimento dell’obiettivo generale e selezionati in funzione di criteri condivisi fra cui  i seguenti:

  1. Coerenza con il tema portante del Pirap e con le "Linee d’indirizzo"
  2. Coerenza con uno dei bandi di attuazione delle misura Psr o con misure Fesr e Fse
  3. Coerenza del cronoprogramma con i tempi del Psr
  4. Capacità di co-finanziamento
  5. Capacità di gestione post-realizzazione
  6. Complementarietà con altre iniziative in corso o in programmazione (complementarietà/messa a sistema  di operazioni finanziate con il Progetto integrato “La Rete ecologica per lo sviluppo sostenibile”, con il Por 2000-2006, con operazioni/iniziative locali in atto)
  7. Capacità di generare effetti positivi sull’ambiente e sul Parco
  8. Cantierabilità delle iniziative
  9. Progettazione d’ambito (priorità a progetti relative ad un’iniziativa che coinvolgono più comuni)

 

 

DELIBERE REGIONALI

Linee guida Pirap
Delibera 1131 del 19 giugno 2009

 

DECRETI REGIONALI

Avviso e disciplina partenariati pubblici
Decreto dirigenziale 64 del 11 agosto 2009

 

ALTRI DOCUMENTI

Costituzione partenariato pubblico
Protocollo del 17 ottobre 2009

Accordo tra Autorità di gestione del Psr e Parco
Accordo del 5 ottobre 2009