home news
News  »  spalla  »  Il POin parte da Napoli
Campania Programmazione unitaria
Il POin parte da Napoli
1 miliardo e 800 milioni di euro per il rilancio del turismo nel mezzogiorno
Emilio Ronga | Mon Dec 21 16:31:00 CET 2009

Il 18 dicembre si è tenuta a Napoli la seconda seduta del Comitato di Sorveglianza del POin, il programma che attraverso la cooperazione delle regioni meridionali mira allo sviluppo del turismo in tutto il sud Italia.


La Regione Campania insieme al Ministero dei Beni Culturali, dell'Ambiente e del Turismo ed alle Regioni Calabria, Sicilia e Puglia sarà impegnata nei prossimi mesi nell'attuazione del POin il programma operativo interregionale finalizzato allo sviluppo del turismo.

Cinque le reti interregionali attraverso le quali si articolarà l'offerta turistica delle regioni meridionali. La prima è deonominata  "Viaggio tra le identità culturali, le arti e le tradizioni popolari" e pone al centro l'eccezionale patrimonio di tradizioni del Mezzogiorno.  La seconda rete è il "Grand Tour: sulle orme delle civiltà antiche del Mezzogiorno".

"In vacanza tra parchi e riserve naturali" pone invece al centro della propria offerta la natura nelle sue diverse espressioni. La quarta rete è rappresentata dagli approdi turistici nel mar mediterraneo e l'ultima punta sull'integrazione all'interno di un'unica rete interregionale di tutti i siti UNESCO.

Nell'ambito di queste cinque reti sono stati selezionati otto poli, nei cui territori troverà attuazione la strategia del programma: la Baia di Napoli per la Campania; il Gargano ed il Salento per la Puglia; la Val di Noto, Palermo e Monreale per la Sicilia; il Pollino (Polo degli Alberi Bianchi) e l'Aspromonte (Polo delle Montagne Blu) per la Calabria.